A rischio la convenzione UPMC - Regione Sicilia ? I Pazienti temono di ricominciare i viaggi della speranza! 

COMUNICATO STAMPA

ISMETT, LETTERA APERTA DELLE ASSOCIAZIONI DEI PAZIENTI ALLE FORZE POLITICHE SICILIANE PER CHIEDERE IL RINNOVO DELLA CONVENZIONE



Le 14 associazioni dei pazienti impegnate nel settore della donazione e trapianto (Amarsi, Aned, Anio, Apro, Aris, Ass. Italiana Diabetici, Associazioni eclettica, Associazione Movimento per la Salute dei Giovani, ASLTI, Aspir, Astrafe, Fond. Banco Farmaceutico, Lilt ed Obiettivo trapianto) manifestano la loro preoccupazione per la scadenza – ormai vicina – della convenzione che regola i rapporti fra UPMC (University of Pittsburgh Medical Center) e la Regione Siciliana.

La convenzione – la cui prossima scadenza è prevista il 31 dicembre di quest’anno – ha di fatto permesso la nascita dell’ISMETT (Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione) garantendo, in questi anni, ai siciliani cure d’eccellenza senza dover ricorrere a quelli che vengono chiamati “viaggi della speranza”. Il mancato rinnovo della convenzione metterebbe a rischio gli elevati standard di qualità e di cura erogati da ISMETT e con esso anche il diritto di tanti pazienti di poter essere curati in modo professionale nella loro terra.
L’incerto equilibrio del governo regionale infonde in noi pazienti, in particolare in chi è in difficoltà per motivi di salute, il timore che possa andare dispersa questa importante realtà, così faticosamente conquistata, mettendo così a serio rischio la salute di tutti i pazienti che, invece, in ISMETT hanno trovato ottima assistenza, senza avere peraltro alternativa in regione come già verificato sulla propria pelle.

La gestione del paziente trapiantato, ma anche di chi è in attesa di un trapianto o di un intervento di elevatissima specializzazione, richiede alti livelli tecnologici e di efficienza che ISMETT ha finora garantito e che ci auguriamo possa continuare a garantire.

La paura di noi pazienti è che dietro alle reali intenzioni di una seria politica di “spending review", si possa nascondere l’intenzione di inquinare le strutture che riescono ad operare bene e con elevati standard di qualità in un panorama sanitario tuttaltro che eccelso.
Non dimentichiamo che ISMETT ha appena ricevuto dal Ministero della Salute e dell’ Economia il titolo di IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), riconoscimento che può essere conferito solo laddove sia presente un connubio di eccellenza sanitaria coniugata a pregevoli risultati anche dal punto di vista economico.

Per questi motivi, auspichiamo la collaborazione di tutte le forze politiche siciliane e del Presidente della Regione, Rosario Crocetta, affinché ci dia risposte concrete in tempi stretti. La convenzione è urgente, serve a noi pazienti per continuare ad avere un Centro d’eccellenza a cui affidarci..

Troppo spesso la politica ha deciso di rinunciare ai suoi compiti per accontentare i soliti noti…questa volta il Presidente Crocetta accontenti noi pazienti….è una questione vitale!!!


Palermo 30 ottobre 2014


[ ] ( 563 visite )

<< <Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> >>